Sei in: Cinema e Medioevo ® Indice alfabetico dei film


 

a


 Il Medioevo di Kenji Mizoguchi - Il feudalesimo asiatico - Medioevo al femminile


Won 2 Special Awards, Mainichi Film Concours - 1 Nomination Golden Lion, Venice Film Festival

L'imperatrice Yang Kwei-Fei

(Yôkihi)

1955, regia di Kenji Mizoguchi

  

 

Scheda: Nazione: Giappone-Hong Kong - Produzione: Daiei Studios - Distribuzione: Buena Vista Pictures - Soggetto (dal poema Ch'ang Hen Ko di Pai Lo Tien): Matsutarô Kawaguchi, Masashige Narusawa, Tao Qin, Yoshikata Yoda - Sceneggiatura: Matsutarô Kawaguchi, Masashige Narusawa, Tao Qin, Yoshikata Yoda - Fotografia: Kôhei Sugiyama - Musiche: Fumio Hayasaka - Formato: Eastmancolor - Durata: 100'.

Cast: Machiko Kyô, Masayuki Mori, Sô Yamamura, Eitarô Shindô, Eitarô Ozawa, Haruko Sugimura, Yôko Minamida, Bontarô Miyake, Tatsuya Ishiguro, Michiko Ai, Osamu Maruyama, Sachiko Murase, Chieko Murata, Kinzo Shin, Isao Yamagata.


 


 

Trama e commenti: spietati.it - scaruffi.com - asianworld.it - filmfilm.it - repubblica.it - mymovies.it: «In Cina nell'VIII secolo d.C., quando la dinastia Tang regnava ancora su un immenso territorio. Una giovane parente povera della famiglia Tang č introdotta a palazzo perché sia notata dall'imperatore Huan Tsung, inconsolabile per la morte della moglie cui la ragazza somiglia. Tra i due nasce l'amore. Gli Yang ne approfittano per esercitare un potere tirannico e corrotto. I dignitari congiurano, il popolo si ribella, la donna si sacrifica per salvare l'amato. Terzultimo film di K. Mizoguchi, unico a colori (splendida fotografia di Kohei Sugiyama), presentato a Venezia 1955 con accoglienze critiche discordanti. Chi lo considera un esercizio decorativo, sia pure di alta classe, e chi lo tiene per “il piů bell'inno che il cinema abbia mai rivolto all'amore di una donna per l'uomo.” (L. Marcorelles). Ispirato al racconto Ch'ang Hen Ko' di Pai Lo T'ien, scritto da 4 sceneggiatori e raccontato con un lungo flashback, č un film scespiriano: una tragica parabola sulla politica come riflesso delle passioni e delle follie umane. Ha anche la grazia di una favola che, nell'avvio, richiama quella di Cenerentola...».

Plot Summary, Synopsis, Review: IMDb - entertainment.msn.com - rottentomatoes.com - allmovie.com - gotterdammerung.org - cinemathequeontario.ca - films-sans-frontieres.fr - humanities.uchicago.edu: «Set in 8th century China, Princess Yang Kwei Fei tells the story of the last T’ang emperor and the servant girl he falls in love with and makes his princess. Yang Kwei Fei is the most dazzling beauty in the history of China, a born enchantress and a great musician and dancer. Her tale has been sung and dramatized by countless poets and authors of the East and is one of the most beautiful love stories ever filmed. Mizoguchi filmed this Cinderella story at the height of his powers, just one year before his death, as a testament to his lifelong commitment to the celebration of women. Part fairy tale, part ghost story, indescribably beautiful, Mizoguchi’s film is a full-bodied romance set against an unyielding, shadowy world of political corruption, chaos and revolt».

Approfondimenti: Movie Review

       

Conosciuto anche con i titoli: Princess Yang Kwei-fei; Empress Yang Kwei Fei; Joeng Gwaifei.

 

         

     


  su  Home Storia medievale  Cinema e Medioevo-Indice

Indice film